Vai alla panoramica delle FAQ

Domande frequenti

Gli edulcoranti sono dannosi per la salute?

Gli edulcoranti, se consumati in quantità normali, non comportano alcun rischio per la salute. Numerose sono le analisi scientifiche condotte che dimostrano la sicurezza di queste sostanze. Si può quindi affermare che gli edulcoranti fanno parte del gruppo di sostanze meglio studiate nella nostra alimentazione.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), basandosi su analisi scientifiche, definisce inoltre i cosiddetti valori ADI (Acceptable Daily Intakes). Il valore ADI indica la quantità di una sostanza che può essere assunta giornalmente per tutta la vita senza rappresentare un rischio conclamato per la salute.

Seguono i valori ADI per diversi edulcoranti:
Saccarina: 5 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo
Ciclamato: 7
Aspartame: 40
Acesulfame-K: 9
Sucralosio: 15
Neoesperidina: 5
Taumatina: -
Glicosidi steviolici: 4

Un paio di esempi:
Una persona che pesa 70 chili potrebbe pertanto consumare le quantità seguenti di edulcoranti:

Saccarina: 350 milligrammi
Questa quantità è contenuta in 3880 grammi o 31 vasetti di Léger Flan Caramello.

Ciclamato: 490 milligrammi
Questa quantità è contenuta in: 5,4 grammi di dolcificante in polvere Zucrinet (pari, come potere dolcificante, a 54 grammi di zucchero) oppure
7 zollette di Zucrinet oppure
1 cucchiaino scarso di Zucrinet liquido

Acesulfame-K (calcolato con il valore ADI più prudente dell’EFSA): 630 milligrammi
Questa quantità è contenuta in 6300 grammi o 35 vasetti di Léger yogurt al cioccolato.

Aspartame: 2800 milligrammi
Questa quantità è contenuta in 155 zollette di Zucritam

Le persone più leggere, in particolare i bambini, dovrebbero ridurre l’assunzione di edulcoranti in funzione del proprio peso corporeo.