Vai alla panoramica delle FAQ

Domande frequenti

Le derrate alimentari possono essere consumate anche dopo la scadenza della data di conservabilità?

La possibilità di consumare un prodotto anche dopo la scadenza della data di conservabilità dipende dal tipo di data, ossia se si tratta di una data di consumo („da consumare entro il …“) oppure di una data minima di conservabilità („da consumare preferibilmente entro il…“).

La data di consumo si trova sui prodotti da vendere in forma refrigerata secondo quanto previsto dall'Ordinanza sui requisiti igienici. Si tratta della data entro la quale deve essere consumata la derrata alimentare. La data di consumo ha lo scopo di proteggere la salute. Dopo la scadenza della data di consumo subentrano infatti, più o meno velocemente a seconda del prodotto, alcuni cambiamenti che possono rappresentare un pericolo per la salute. Per questo è sconsigliabile consumare prodotti refrigerati nel momento in cui hanno superato la data di consumo.

La data minima di conservabilità deve intendersi come raccomandazione. Il suo rispetto garantisce un'ottima qualità. In caso di conservazione prolungata del prodotto si deve mettere in conto una perdita a livello qualitativo.

Il consumo di derrate alimentari anche dopo la scadenza della data minima di conservabilità non comporta normalmente un pericolo per la salute. Il periodo – giorni, settimane, mesi – per cui un prodotto risulta ancora commestibile dopo la scadenza della data minima di conservabilità dipende dall'articolo, ragion per cui non è possibile fornire una raccomandazione generale. In caso di dubbio, però, è sempre meglio buttare il prodotto!