Vai alla panoramica delle FAQ

Domande frequenti

Migros offre parecchi prodotti esteri. Perchè non concede più spazio ai produttori elvetici in modo tale da mantenere i posti di lavoro in Svizzera?

Con oltre 100’000 dipendenti la Migros è il maggior datore di lavoro della Svizzera. Proprio per questo siamo consapevoli della grande responsabilità e ci sforziamo di avere relazioni collaborative a tutti i livelli.

Per soddisfare le richieste della nostra clientela, offriamo una varietà di prodotti provenienti dalla Svizzera e dall’estero. In una filiale Migros circa il 70% dei prodotti alimentari proviene dalla Svizzera; nel settore dei prodotti freschi (carne, latticini ecc.) la quota supera addirittura l’80%. La dichiarazione d’origine praticata sistematicamente dalla Migros vuole aiutare la clientela a scegliere informata correttamente. I clienti possono dunque scegliere in base alle possibilità finanziarie, al gusto e alle considerazioni etiche personali.

Una visione puramente commerciale spingerebbe in alcuni casi ad aumentare le importazioni. Dal momento che la Migros è il partner più importante dell’agricoltura svizzera e vuole sostenerla sempre se possibile, acquista una parte considerevole del suo assortimento in Svizzera. In questo dobbiamo naturalmente prendere n considerazione le condizioni del mercato, perché il rapporto qualità-prezzo resta decisivo per i nostri clienti. Attualmente la Migros acquista il 20% della produzione agricola svizzera.  Anche i nostri investimenti annuali di circa 200 milioni di franchi nelle nostre industrie dimostra che crediamo nel futuro dell’agricoltura svizzera e non importiamo merci dall’estero in misura crescente.

Con il nostro label «Terra Suisse», con il quale offriamo dalla primavera 2008 prodotti a base di cereali e carne, dimostriamo chiaramente il nostro contributo per l’agricoltura svizzera. Questo label, nato da IP-Suisse (cerali) e M-7 (carne), è sinonimo di prodotti svizzeri, coltivati tenendo conto della biodiversità, delle persone e dell’ambiente.