Domande frequenti

Hai domande relative a un prodotto o ad altri temi?

Filtra le inserzioni per tema:

Ripristina il filtro

17 Risultati della tua selezione:

Migros in generale

Migros monitora con molta attenzione la procedura di pagamento per le clienti e i clienti e la ottimizza costantemente. I terminali di pagamento installati sono di ultima generazione e funzionano molto più velocemente, consentendo così di rendere più celere il processo di pagamento per i clienti. Inoltre, nelle filiali con afflussi di clientela più consistenti, il sistema per il pagamento senza contanti attivato in modo capillare all’interno del punto vendita rappresenta un’ulteriore notevole velocizzazione. Sono ormai più di cento le filiali in cui sono stati introdotti i modelli Checkout ottimizzati.

Per esempio, ai formati del classico Self-Checkout già esistenti si affiancano oppure si aggiungono nuovi moduli attraverso una disposizione più serrata delle casse (come è stato fatto, per esempio, alla Migros della stazione centrale di Zurigo).

Con l’introduzione dei nuovi formati per il Self-Scanning e il Self-Checkout, Migros è riuscita a ottimizzare ulteriormente l’intero processo di pagamento. Ora sono sempre di più le filiali in cui Migros sta inserendo queste soluzioni.

Per diversi motivi, le casse separate per chi paga in contanti non comportano vantaggi né per i clienti né per la Migros. Spesso, le clienti e i clienti si accorgono solo poco prima del loro turno che si sono messi in fila nella cassa sbagliata. La Migros offre ai suoi clienti la possibilità di utilizzare lo strumento di pagamento preferito in ogni cassa.

La Migros offre un servizio di consegna a domicilio per LeShop.ch, Micasa, melectronics, SportXX e Do it + Garden. LeShop.ch effettua consegne in tutta la Svizzera e nel Liechtenstein. Lo stesso vale anche per Micasa, melectronics, SportXX e Do it + Garden.

Sul sito www.LeShop.ch troverà un’offerta davvero enorme che saprà soddisfare tutte le sue esigenze. Il suo acquisto le sarà recapitato a casa tramite invio espresso con una commissione di servizio a partire da 7.90 franchi svizzeri oppure può ritirarlo a una delle nostre ubicazioni PickMup.

Gli articoli dei mercati specializzati possono essere ordinati in Internet sui siti www.micasa.ch, www.melectronics.ch, www.sportxx.ch e www.doitgarden.ch. Per l’ordinazione dei pezzi di ricambio è disponibile il sito www.migros-service.migros.ch. Questi shop online, però, effettuano consegne soltanto in Svizzera e in Liechtenstein.

Oltre a LeShop.ch e ai mercati specializzati menzionati vi sono anche molti altri negozi online che fanno parte del Gruppo Migros. Via Internet si possono infatti acquistare libri e CD, prenotare vacanze, comprare abbonamenti fitness e molto altro ancora.

Il nome dell’azienda è un’invenzione del fondatore della Migros Gottlieb Duttweiler ed è composto dagli elementi «demi» e «en gros». Nel 1925, anno della sua fondazione, la Migros si distingueva per una forma di distribuzione innovativa, che a livello organizzativo si collocava a metà tra il commercio all’ingrosso e quello al dettaglio.

Quale simbolo dell’azienda Gottlieb Duttweiler scelse il ponte che collega direttamente il produttore al consumatore. Grazie agli acquisti all’ingrosso nel luogo di produzione e a una propria organizzazione del commercio al dettaglio basata su negozi propri, è stato possibile fare a meno dei mediatori. Ciò ha permesso di fissare prezzi notevolmente inferiori in quanto veniva a mancare la figura dell’intermediario.

Elsa Gasser, consulente di fiducia di Gottlieb Duttweiler, indica un’altra possibile ragione: il nome «Migros» potrebbe derivare anche dal verbo «migrare», perché all’inizio la Migros aveva solo «negozi viaggianti» (Ford-T).

Costruire un ponte:

«ponte» e «Migros» hanno quindi lo stesso significato. Inoltre, la prima forma di vendita con il furgone era ancora più razionale rispetto all’allestimento di negozi. La Migros riusciva così a reagire con la massima flessibilità alle esigenze dei clienti.

Maggiori informazioni sulla storia della Migros

L’interesse verso i camion di vendita è diminuito progressivamente nell’epoca dello shopping online. Inoltre, il supermercato online LeShop.ch ha esteso la propria area di fornitura a tutti i comuni finora serviti dai furgoni. LeShop.ch offre un assortimento di 13’500 prodotti, tra cui figurano articoli Migros a prezzi Migros, e rappresenta così un'eccellente alternativa ai camion di vendita del passato.

"Inventore" dei camion di vendita fu naturalmente Gottlieb Duttweiler, fondatore di Migros. L’idea, però, venne importata dagli stabilimenti Ford negli USA. Prese comunque piede molto rapidamente tanto che, a partire dal 1960, i camion di vendita si trasformarono in self-service. Negli anni 1964/65 si ebbe la maggiore presenza di furgoni in assoluto con ben 144 di questi "supermercati viaggianti".

I camion di vendita hanno scritto un capitolo importante nella storia di Migros!

La invitiamo a rivolgersi con la sua candidatura scritta al reparto Personale dell'azienda Migros che preferisce (Federazione, Cooperative, Industria o Servizi). Qui può trovare tutte le offerte d'impiego in Migros:"

www.gruppo-migros.jobs

Migros sostiene senza soste progetti di varia natura, sia avvalendosi del Percento culturale sia ricorrendo ad attività di sponsorizzazione. Si tratta però di iniziative ad appannaggio di determinati gruppi della popolazione come possono essere, ad esempio, i progetti sociali per i gruppi marginali. Non sono invece previste forme di sostegno finanziario ai privati.


La Federazione delle cooperative Migros sostiene su base continua progetti di varia natura – con il Percento culturale www.percento-culturale-migros.ch o anche attraverso le sponsorizzazioni www.migros.ch/it/sulla-migros/sponsoring.html. In questo caso si tratta di attività a vantaggio di un determinato gruppo demografico (p. es. progetti sociali per gruppi marginali), ma non di forme di sostegno a singole persone (o piccoli gruppi).

E’ proprio per questo motivo che noi della Federazione delle cooperative Migros non siamo in grado di esaudire il suo desiderio e facciamo appello alla sua comprensione.

Le raccomandiamo comunque di mettersi in contatto con il reparto Sponsorizzazioni della sua cooperativa Migros. In alcuni casi, infatti, sono le cooperative a sostenere diversi progetti.

Genossenschaft Migros Zürich
Kulturelles und Sponsoring
Pfingstweidstr. 101
8005 Zürich
Tel. 044 278 51 11

Genossenschaft Migros Aare
Kulturelles und Sponsoring
Industriestr. 20
3321 Schönbühl
Tel. 031 565 81 11

Genossenschaft Migros Ostschweiz
Kulturelles und Sponsoring
Industriestr. 47
9201 Gossau
Tel. 071 493 21 11

Genossenschaft Migros Basel
Kulturelles und Sponsoring
Postfach 3643
4002 Basel
Tel. 061 515 55 55

Genossenschaft Migros Luzern
Kulturelles und Sponsoring
Industriestr. 2
6036 Dierikon
Tel. 041 455 71 11

Société coopérative Genève
Culture et Sponsoring
Rue Alexandre-Gavard 35
Case postale 1436
1227 Carouge GE
Tél. 022 307 51 11

Société coopérative Neuchâtel/Fribourg
Culture et Sponsoring
Rue Fleur-de-Lys 26
Case postale 177
2074 Marin-Epagnier
Tél. 058 574 81 11

Société coopérative Vaud
Culture et Sponsoring
Chemin du Dévent
Case postale
1024 Ecublens
Tél. 021 694 61 11

Société coopérative Valais
Culture et Sponsoring
Rue des Finettes 45
Case postale 736
1920 Martigny 1
Tél 027 720 44 00

Migros Ticino
Casella postale
6592 S. Antonino
Tel. 091/850 81 11

Migros è sempre disponibile, nei limiti del possibile, a garantire un'informazione completa ai consumatori; gli indirizzi dei fornitori rimangono però informazioni interne che non possiamo divulgare a terzi.

Ci appelliamo alla sua comprensione.

Molto spesso riceviamo richieste da studenti di ogni grado che necessitano di informazioni sul conto di Migros. La nostra azienda, in linea di massima, approva questo atteggiamento attivo, soprattutto se finalizzato alla ricerca di un rapporto con la realtà, ed è pertanto disposta a sostenere gli studenti interessati. Non in tutti i casi, però, possiamo concedere il nostro aiuto.

Per poter evadere la richiesta in modo corretto e puntuale, la preghiamo di rivolgersi direttamente qui.

Le richieste incomplete non potranno purtroppo essere prese in considerazione.

Migros si adopera, nei limiti del possibile, per garantire la massima completezza dell’informazione. Strategie, budget e rapporti con la concorrenza sono però questioni interne che non trovano spazio nella comunicazione esterna.

Pertanto, per acquisire qualche nozione, le consigliamo di leggere il Rapporto annuale Migros e di osservare i movimenti della nostra azienda sul mercato. Inoltre potrà consultare online il Rapporto d’esercizio del Gruppo Migros.

I nostri esperti, a seconda della situazione, sono anche disponibili per interviste. In questo caso, però, è indispensabile che ci venga fornito in anticipo un elenco delle domande.

Secondo quanto sancito dalla Legge federale concernente la protezione contro il fumo passivo, dal 1° maggio 2010 non è più consentito fumare nelle aziende di gastronomia.

Dal 31 maggio 2006 è vietato fumare in tutte le zone dei ristoranti Migros. Questa decisione è stata presa in seguito al desiderio manifestato da numerosi clienti, ma anche per riguardo nei confronti dei nostri più piccoli ospiti e dei nostri collaboratori. La Gastronomia Migros, peraltro, era stata la prima catena di ristorazione in Svizzera ad allestire già negli anni 70 zone riservate ai non fumatori.

Vari studi e organizzazioni mostrano che in Svizzera circa un terzo degli alimenti prodotti viene buttato nei rifiuti. Nel commercio al dettaglio circa il cinque per centro degli alimenti finisce nei rifiuti. L’anno scorso è stato addirittura presentato nei cinema svizzeri e alla televisione un film, intitolato ‚Taste the waste‘, che illustrava in modo drammatico tutta la problematica legata allo spreco delle derrate alimentari. Inoltre sono sempre più numerose le emittenti TV che si interessano a questa tematica.

La Migros ha calcolato le cifre rilevanti (2016) per i suoi negozi e per la gastronomia. I valori registrati evidenziano con chiarezza come gli sforzi profusi da Migros per non sprecare derrate alimentari ripaghino: nel 98.5% dei casi, infatti, le derrate alimentari offerte nei negozi e nella gastronomia Migros vengono anche usate come tali a prezzi regolari o ridotti per clienti e collaboratori oppure cedute gratuitamente a organizzazioni di pubblica utilità come „Tavolino magico“ o „Tavola Svizzera“! Organizzazioni di pubblica utilità sono sostenute anche finanziariamente dalla Migros.

L’1,5 per cento, che non viene consumato come derrate alimentari, è utilizzato come segue:
- per la produzione di alimenti per animali (0,3%),
- biogas (1,0%) e
- compost (0,1%).
 - solo lo 0,1% finisce come rifiuti nell'inceneritore.

Grazie a impianti di produzione di ultima generazione, collaboratori formati e processi strutturati in modo ottimale, è possibile conseguire questo risultato. La stretta collaborazione tra commercio al dettaglio, industria, logistica e agricoltura consente una pianificazione ideale delle quantità e degli assortmenti, affinché la quasi totalità degli alimenti sia venduta a prezzo intero e siano evitate le eccedenze.

Per ridurre al minimo gli sprechi nella gastronomia della Migros, sono adottate le seguenti misure:
- rilevazione di dati su affluenza di clienti, giorno della settimana, orario, condizioni meteorologiche
- adeguamento della produzione dei pasti e del buffet alla domanda attesa
- nessuna garanzia di disponibilità del menù (fino a esaurimento)
- il self-service consente di creare porzioni adatte all’appetito

La misura più importante tuttavia è la pianificazione ottimale dell’acquisto (quantità, momento, conservazione) degli alimenti da elaborare.

Per ridurre al minimo lo spreco alimentare anche presso i consumatori, Migros offre confezioni di varie dimensioni e rinvia alle norme per la conservazione dei prodotti: (Data di scadenza e conservazione) e da consigli per cucinare con i resti (cucinare con i resti)

Norme
La nostra società dà molta importanza all’elemento visivo Ciò è molto evidente soprattutto per la frutta e la verdura in vendita al banco. I consumatori scelgono sempre i pezzi più belli da vedere. Nella linea M-Budget, Migros offre ad esempio mele o carote già imballate che non hanno i requisiti ottici della merce di 1a scelta.

Data di scadenza e datazione:
Prolungando la data di scadenza sarebbe possibile ridurre la quantità di alimenti buttata troppo presto dai consumatori nei rifiuti. Una parte dello spreco alimentare delle economie domestiche è da ricondurre a una comprensione errata dei concetti relativi alla datazione degli alimenti. Per quanto concerne la durata di conservazione, si distingue tra la data di scadenza («da consumare entro il») e la data minima di conservabilità («da consumare preferibilmente entro il»).

Per contrastare lo spreco alimentare, la durata della conservazione di diversi gruppi di prodotti è regolarmente verificata e se del caso adeguata. Ad esempio, recentemente la Migros ha potuto prolungare la durata della conservazione per l’assortimento dei formaggi a pasta dura e semidura.

Nuove tecniche ad esempio di imballaggio possono inoltre contribuire a incrementare la durata della conservazione senza ridurre la qualità.

Un’ulteriore ottimizzazione della logistica non incrementa la durata della conservazione, ma prolunga la durata dell’esposizione nei negozi e il tempo a disposizione dei clienti per consumare i prodotti. Anche questo dovrebbe contribuire a ridurre lo spreco di alimenti.

Nel valutare il potenziale del prolungamento della durata della conservazione adottiamo tuttavia la dovuta cautela. Perché non possiamo dimenticare che la Migros non è responsabile per il comportamento dei propri clienti. La freschezza e la sicurezza alimentare non possono in alcun modo essere pregiudicate da queste misure. In ogni caso ci impegniamo, dove possibile, a prolungare la durata della conservazione.

Per nuove norme sulle date di scadenza ci atteniamo a norme uniformi. Modifiche possono essere apportate solo in collaborazione con altri partner.

La Migros ha creato una nuova tecnologia che permette alla clientela di fare la spesa ancora più comodamente e velocemente. Con il Self-Scanning (pensato per la grande spesa) e il Self-Checkout (pensato invece per i piccoli acquisti) ogni cliente può passare allo scanner i prodotti, imbustarli e pagarli comodamente da solo.

Piu informazioni:

Subito

Se quando hai acquistato l'articolo hai mostrato la tua carta Cumulus, potrai ottenere una copia dello scontrino di cassa sul sito https://www.migros.ch/it/la-mia-migros/cumulus/scontrini nella sezione "La mia Migros".

Questa è la procedura: Per collegarti a "La mia Migros", utilizza il tuo Migros Login. Se non possiedi ancora un Migros Login, clicca sul sito https://www.migros.ch/it/cumulus-login.html sul pulsante "Accedi" e segui poi le istruzioni.

Per il primo login le serve il numero della sua carta Cumulus e la sua password Cumulus – entrambe sono riportate in alto a destra sul suo estratto conto.

In alternativa può richiedere una copia dello scontrino di cassa attraverso l'Infoline Cumulus (modulo di contatto sul sito www.migros.ch/cumulus o telefonicamente al numero 0848 85 0848). In questo caso dovrà indicare il suo numero Cumulus, il suo nome e indirizzo, il prodotto, il luogo e la data dell'acquisto.

Infoline Cumulus
Hardturmstrasse 101
8005 Zurigo

Siamo lieti di offrirti ulteriore aiuto

Ti serve ancora qualcosa?