Domande frequenti

Hai domande relative a un prodotto o ad altri temi?

Filtra le inserzioni per tema:

Ripristina il filtro

4 Risultati della tua selezione:

Sostenibilità

Alla Migros diversi esperti si impegnano giorno dopo giorno per ottimizzare i nostri imballaggi e verificare la possibilità di utilizzare materiali alternativi. Laddove è possibile e opportuno, la plastica viene sostituita con altri materiali. La Migros vende già oggi molti prodotti bio senza imballaggio. Pesche noci, meloni, avocado, arance, manghi bio e molte altre varietà di frutta e verdura vengono provviste di un adesivo oppure di una fascia. Questa misura viene sempre promossa laddove possibile. Inoltre verifichiamo continuamente nuove alternative.

I prodotti bio, conformemente all'Ordinanza sull'agricoltura biologica, devono essere chiaramente distinguibili e separati dai prodotti convenzionali, per cui oggi vengono spesso confezionati. Contrassegnare semplicemente la merce esposta non è sufficiente. Infatti, in base all'Ordinanza sull'agricoltura biologica, occorre garantire che i clienti possano sempre riconoscere se si tratta di un prodotto bio o di uno convenzionale. Nel caso della merce sfusa è più difficile rispettare questa direttiva.

Utilizzare una sottile pellicola di plastica per proteggere il prodotto è tuttavia una misura ragionevole: un cetriolo non confezionato dopo pochi giorni non è più vendibile, mentre 1,5 grammi di imballaggio ne conservano la freschezza per circa due settimane. Un prodotto deteriorato per mancanza dell'imballaggio ha quindi un impatto sull'ambiente nettamente maggiore rispetto al suo imballaggio. Poiché occorre assolutamente evitare anche i più piccoli sprechi alimentari.

Data la loro rilevanza ecologica relativamente scarsa, non vogliamo e non possiamo vietare l'uso dei sacchetti di plastica nei reparti di frutta e verdura né bandirli dalle filiali. Questi sottilissimi sacchetti vengono inoltre considerati dalla maggior parte dei clienti indispensabili per pesare e trasportare frutta e verdura e contribuiscono a evitare operazioni di preconfezionamento, e quindi un grande dispendio di materiale d'imballaggio. Tuttavia i clienti sono liberi di scegliere se utilizzare o meno questi sacchetti.

Non da ultimo, i sacchetti di plastica in Svizzera non finiscono nelle discariche, bensì in moderni impianti di incenerimento dei rifiuti. L'energia liberata dall'incenerimento dei sacchetti viene riutilizzata per la produzione di elettricità e di calore, mentre i gas di combustione generati vengono depurati efficacemente.

Un'ulteriore variante è la nostra veggie bag. Si tratta di un sacchetto a maglia fine riutilizzabile, che può essere usato per impacchettare la frutta e la verdura sfusa in vendita nelle filiali Migros.

La Migros è sempre interessata a soluzioni sensate dal punto di vista ecologico che aiutino a chiudere il ciclo dei materiali. Ovunque appaia opportuno e sia economicamente sostenibile, le materie prime devono essere riciclate e riportate nel ciclo dei materiali.

Attualmente, tuttavia, non è contemplato il ritiro di cartoni per bevande quali il Tetra Pak. Nonostante il nuovo contenitore riciclabile, il riciclaggio di cartoni per bevande comporta vantaggi ulteriori minimi in termini ambientali e in compenso costi aggiuntivi molto elevati. Inoltre, i cartoni per bevande spesso non sono richiudibili, e questo può comportare problemi d'igiene e odori fastidiosi nelle filiali e nei centri di distribuzione. Per queste ragioni, attualmente nelle filiali Migros non è in programma la raccolta dei cartoni per bevande.

Anche senza il riciclaggio, i cartoni per bevande presentano già un buon bilancio ecologico: sono rivestiti di alluminio e materia sintetica e non possono pertanto essere uniti alla raccolta del cartone. Sebbene siano tuttora smaltiti con i rifiuti e quindi inceneriti, l'impatto ambientale complessivo di queste confezioni è comunque da valutare positivamente. Il cartone è prodotto con materie prime rinnovabili. La Migros si prefigge inoltre l'obiettivo di acquistare confezioni prodotte con legno certificato FSC.

Per l'industria alimentare l'olio di palma è un'importante materia prima. Può essere contenuto in prodotti come margarine, salse, zuppe, grassi commestibili, oli e grassi per friggere, pietanze pronte, prodotti di panetteria, cioccolato e gelati. L'olio di palma viene utilizzato anche nella fabbricazione di cosmetici e prodotti per la pulizia. In Asia la gente lo usa soprattutto per cucinare, rosolare e friggere.

L'olio di palma è uno dei pochi grassi vegetali che solidificano già a temperatura ambiente e nel frigorifero (contrariamente all'olio di oliva, di colza, ecc.) e non deve pertanto essere idrogenato. Questo rappresenta un vantaggio per la fabbricazione in quanto se il processo d'idrogenazione è incompleto può generare gli indesiderati acidi grassi trans. Inoltre l'olio di palma sopporta le alte temperature. Per questo motivo viene volentieri utilizzato per quegli articoli che devono presentarsi solidi. Grazie alle sue proprietà è possibile fare a meno della solidificazione chimica. La sostituzione dell'olio di palma con oli o grassi vegetali non influisce dunque solo in modo determinante sulla consistenza, ma anche sulla conservazione e sulla sensazione in bocca.

L'olio di palma è da 5 a 10 volte più produttivo dell'olio di colza o di cocco. Ciò significa che per coltivare quest'ultime occorre una superficie maggiore. Optare quindi per altri oli non è una soluzione sostenibile.

Da circa 20 anni la Migros, più di chiunque altro, si impegna in modo coerente ed efficace per la sostenibilità dell'olio di palma e riveste pertanto il ruolo di pioniere a livello mondiale. Finora nel mondo solo il 20% della produzione di olio di palma è certificato. La Migros invece per il 98% dell'olio utilizzato conosce addirittura le piantagioni dalle quali si approvvigiona. La Migros garantisce tra l'altro che le foreste pluviali non vengono disboscate, che le torbiere non vengono distrutte e che i pesticidi critici non vengono utilizzati. Anche per quel che concerne le condizioni sociali, la Migros prevede requisiti chiari. Grazie a questo impegno, la Migros ottiene da anni il punteggio massimo nelle classifiche del WWF relative all'olio di palma.

Siamo lieti di offrirti ulteriore aiuto

Ti serve ancora qualcosa?